Comune di Campiglia Marittima (LI)

Mostra Museo Permanente "Carlo Guarnieri"

guida alla ricerca
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Media bordo
Veduta di Campiglia
Logo Comune di Campiglia Marittima
Vivere Campiglia
Home » Vivere Campiglia » lettura Luoghi e strutture
media_bianco 4x4
Mostra Museo Permanente "Carlo Guarnieri"
Tipologia: luoghi da visitare
Maggiori informazioni: http://www.carloguarnieri.com
Eventuale allegato: volumeGuarnieri.pdf (14173 kb) File con estensione pdf
Caricamento Google Maps.......attendere

Orario

venerdì: ore 16.00-18.00 - sabato: ore 16.00-19.00 -domenica: 10.00-12.00


Visite guidate
Su prenotazione nei giorni di martedì: ore 14.00-16.30 - mercoledì: ore 15.00-16.30


Prenotazioni e informazioni

Tel. 0565 838470 i giorni Martedì 9.30-13.00 e 14.00-16.00
Mercoledì 9.30-13.00. Venerdì 9.30-13.00 14.30-18.00

 


La mostra
L’esposizione, allestita nel Palazzo Pretorio, si articola in cinque sale e comprende 61 opere di cui 36 xilografie e le relative matrici, 7 studi e disegni e 18 dipinti. Si tratta di un patrimonio importante che spazia per tutto l’arco creativo dell’artista che da ragazzo fino agli ultimi giorni di vita lavorò con immutata passione e trasporto.


Biografia sintetica di Carlo Guarnieri
Carlo Guarnieri 1892-1988, nasce a Campiglia Marittima (Livorno) il 23 ottobre del 1982. Allievo dapprima di Egisto Ciappacasse, artista pisano, frequenta dal 1906 al 1915 il Regio Istituto di Belle Arti di Firenze, dove si laurea nel 1915. In quel periodo il suo maestro fu Adolfo De Carolis
del quale divenne allievo prediletto. Come Incisore fece parte del primo Gruppo per la rinascita
della xilografia in Italia e partecipò alla «Esposizione Italiana della xilografia a Levanto» nel 1912. Sempre con De Carolis conobbe D’Annunzio. La sua attività non si limitava alla grafica; come pittore, dopo la prima mostra a Firenze nel 1907, fu invitato nel 1914 alla XI Esposizione
Internazionale d’Arte di Venezia. Dovette lasciare Firenze per la grande guerra, durante la
quale fu decorato con tre medaglie al merito. Nel 1921 venne invitato alla I ° Biennale Romana e fu presente anche alle successive degli anni 1923-25. Nel 1923 si trasferì a Torino nello studio di Tovez, qui trovò un grande amico in Felice Carena. Nel 1927 divenne socio ad honorem dell “Associazione pittori e scultori” di Madrid. Chiusa la parentesi torinese si trasferì a Roma dove lavorò molti anni a fianco di amici come Sartorio, Selva, Marinetti, Arturo Martini ecc. Dopo
la seconda guerra ritornò alla natia toscana dove la dolcezza del paesaggio e la fiera semplicità della gente lo ha sempre affascinato. In tanti anni di seria attività, numerosi sono stati e continuano
ad essere i riconoscimenti da parte della critica e della stampa. Ha esposto in numerose città: Roma, Milano, Venezia, Firenze, Parigi, Londra, Tokio, Madrid, Bruxelles. Sue opere si trovano presso importanti collezioni italiane e straniere.

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -
Comune di Campiglia Marittima
(Provincia di Livorno)
Via Roma, 5 - 57021 Campiglia Marittima (LI)
P. IVA 00345300495 - C.F. 81000450494
Il portale del Comune di Campiglia Marittima (LI) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con il CMS ISWEB ®
Il progetto Comune di Campiglia Marittima (LI) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it