Comune di Campiglia Marittima (LI)

Salute e Servizi sociali

guida alla ricerca
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Media bordo
Veduta di Campiglia
Logo Comune di Campiglia Marittima
Come fare per
Home » Canali » Come fare per » lettura Aree Tematiche
media_bianco 4x4
Salute e Servizi sociali

In questa sezione del sito vengono pubblicate notizie riguardanti:

Percorsi socio sanitari presenti sul territorio

Informazioni sui servizi sanitari

Informazioni su progetti legati a questioni etiche


logo della social card

CARTA ACQUISTI: CHI NE HA DIRITTO E COME RICHIEDERLA

Per i cittadini che ne fanno domanda e che hanno i requisiti di legge ( D.L. n. 112 del 2008) è disponibile una Carta Acquisti utilizzabile per il sostegno della spesa alimentare, sanitaria e il pagamento delle bollette della luce e del gas.

La Carta Acquisti vale 40 euro al mese e viene caricata ogni due mesi con 80 euro (40 euro x 2 = 80 euro) sulla base degli stanziamenti via via disponibili.

Con la Carta si possono anche avere sconti nei negozi convenzionati  che sostengono il programma Carta Acquisti e si potrà accedere direttamente alla tariffa elettrica agevolata.

La Carta Acquisti viene concessa agli anziani di età superiore o uguale ai 65 anni o ai bambini di età inferiore ai tre anni (in questo caso il Titolare della Carta è il genitore) che siano in possesso di particolari requisiti.

Se è interessato/a ad avere una Carta, verifichi il possesso dei requisiti e le modalità per ottenerla leggendo con attenzione le informazioni relative alla sua fascia di età, oppure andando alle Poste o all'INPS, dove otterrà tutte le informazioni del caso.

La Carta Acquisti si può richiedere negli Uffici Postali presentando il modulo di richiesta con la relativa documentazione.Modulo di richiesta per gli oltre 65 anni

Modulo di richiesta per i minori di 3 anni


Carta Acquisti - Maggiori di 65 anni


Requisiti

essere di età non inferiore a 65 anni;
essere in possesso della cittadinanza italiana; ovvero della cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione Europea; ovvero familiare di cittadino italiano, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; ovvero familiare di cittadino comunitario, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo; ovvero rifugiato politico o titolare di posizione sussidiaria;
essere cittadino regolarmente iscritto nell’Anagrafe della Popolazione Residente (Anagrafe comunale);
avere trattamenti pensionistici o assistenziali che, cumulati ai relativi redditi propri, sono di importo inferiore a 6.795,38 € all'anno o di importo inferiore a 9.060,51 € all'anno, se di età pari o superiore a 70 anni;
avere un ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente), in corso di validità, inferiore a 6.795,38 €;
non essere, da solo o insieme al coniuge indicato nel quadro 4:

intestatario/i di più di una utenza elettrica domestica;
intestatario/i di utenze elettriche non domestiche;
intestatario/i di più di una utenza del gas;
proprietario/i di più di un autoveicolo;
proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 25%, di più di un immobile ad uso abitativo;
proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 10%, di immobili non ad uso abitativo, inclusi quelli ubicati al di fuori del Territorio della Repubblica Italiana o di categoria catastale C7;
titolare/i di un patrimonio mobiliare, come rilevato nella dichiarazione ISEE, superiore a 15.000 € ovvero, se detenuto all’estero e non già indicato nella dichiarazione ISEE, non superiore alla medesima soglia una volta convertito in Euro al cambio vigente al 31 dicembre dell’anno precedente la presentazione della dichiarazione ISEE.

non fruire di vitto assicurato dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni in quanto ricoverato in istituto di cura di lunga degenza o detenuto in istituto di pena.

Carta Acquisti - Minori di 3 anni
Requisiti

età inferiore a 3 anni;
essere in possesso della cittadinanza italiana; ovvero della cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione Europea; ovvero familiare di cittadino italiano, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; ovvero familiare di cittadino comunitario, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo; ovvero rifugiato politico o titolare di posizione sussidiaria;
essere cittadino regolarmente iscritto nell’Anagrafe della Popolazione Residente (Anagrafe comunale);
avere un ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente), in corso di validità, inferiore a 6.795,38 €;
non essere, da solo o insieme all’esercente la potestà genitoriale/soggetto affidatario e all’altro esercente la potestà genitoriale/soggetto affidatario:

i) intestatario/i di più di una utenza elettrica domestica;
ii) intestatario/i di più di una utenza elettrica non domestica;
iii) intestatario/i di più di due utenze del gas;
iv) proprietario/i di più di due autoveicoli;
v) proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 25%, di più di un immobile ad uso abitativo;
vi) proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 10%, di immobili non ad uso abitativo, inclusi quelli ubicati al di fuori del Territorio della Repubblica Italiana o di categoria catastale C7;
vii) titolare/i di un patrimonio mobiliare, come rilevato nella dichiarazione ISEE, superiore a 15.000 € ovvero, se detenuto all’estero e non già indicato nella dichiarazione ISEE, non superiore alla medesima soglia una volta convertito in Euro al cambio vigente al 31 dicembre dell’anno precedente la presentazione della dichiarazione ISEE.

Per maggiori informazioni consultare il seguente link del Ministero dell’Economia e delle Finanze:

http://www.mef.gov.it/carta_acquisti/

 

 


Il sito della ASL 6 Livorno


Gli orari delle assistenti sociali

Beatrice Bartolacci

riceve a Venturina il Venerdi mattina
Distretto Asl 6 viale del Popolo - Viale Iqbal Masish
tel 0565/67873

riceve a Riotorto il mercoledi e il Sabato mattina

tel. 0565/20542
 

Fedeli Francesca

riceve a Venturina il Lunedi e il Mercoledi mattina

tel. 0565/67874


Valentina D'Ambrosio

riceve a Campiglia il mercoledi o il sabato mattina

tel. 0565/67813

Oppure è reperibile a Monteverdi m.mo il Giovedi mattina al numero 0565/784218 oppure a Piombino al numero 0565/67613.

 


Trattamento dell'infarto miocardico acuto: l'organizzazione nell'Asl6

Questa l'offerta sanitaria per il trattamento dell’infarto miocardico acuto. Le ambulanze con medico avranno la possibilità di trasmettere direttamente al reparto di Emodinamica dell’ospedale di Livorno una serie di parametri vitali del cittadino soccorso per rilevare un eventuale infarto in corso e scegliere il miglior intervento.
“Questa novità – spiega Luca Lavazza, direttore sanitario dell’Azienda USL 6 di Livorno – rientra in un percorso di rivoluzione complessiva della gestione dei pazienti affetti da infarto. Se vediamo la fotografia scattata nel 2009 dalla Società Italiana di Cardiologia Invasiva alla offerta cardiologica di tutto il territorio nazionale, vediamo che il territorio della nostra Azienda non aveva fino a due anni un laboratorio di Emodinamica aperto sulle 24 ore, non teletrasmetteva gli elettrocardiogrammi, né aveva protocolli di trombolisi pre-ospedaliera. Tutto questo è stato progressivamente messo in piedi e quello di domani è un ulteriore passo in avanti per un’offerta sempre più appropriata verso un territorio che per la particolare conformazione geografica allungata e per l’alto tasso di incidenza degli infarti merita una cura specifica. Grazie a questo nuovo tassello se fino ad oggi il passaggio verso un ospedale periferico, come Cecina o Piombino era necessario, da domani si potrà evitare risparmiando tempo prezioso per la vita dell’infartuato”.
La rete si è arricchita di due nuovi punti di tele-monitoraggio in emergenza. “In particolare – dice Francesco Genovesi, direttore del Dipartimento di Emergenza Urgenza - saranno le postazione medicalizzate di Cecina e Rosignano a poter usifruire del nuovo servizio che ben presto, probabilmente entro la fine dell’anno, sarà esteso all’Elba e poi ad aprile coprirà l’intero territorio aziendale. Questa novità avrà una grossa ricaduta sull’offerta sanitaria visto che ad oggi, circa la metà degli infartuati passa dal Pronto Soccorso, una tappa che in questo modo risulta evitabile con beneficio, in primis, degli stessi pazienti. Il consiglio, quindi, per i cittadini è di rivolgersi direttamente al servizio telefonico del 118 e non recarsi direttamente in Pronto Soccorso per poter accedere al miglior percorso offerto dall’Azienda. Di questo risultato dobbiamo ringraziare molte persone tra le quali sicuramente i medici dell’emergenza e le associazioni di volontariato che si sono dimostrate pronte e interessate alla novità”.
La nuova apparecchiatura a disposizione delle ambulanze monitorerà una serie di parametri vitali del paziente. “Tra questi – dice Andrea Belardinelli, direttore dell’Unità Operativa Innovazione e Sviluppo – tracciato cardiaco, pressione, saturazione e altri. Tutti questi saranno inviati con un semplice comando al laboratorio di Emodinamica che in tempo reale valuterà le condizione del paziente e lo indirizzerà verso la struttura più adeguata evitando soste improprie e permettendo di dare indicazioni immediate su un’eventuale trombolisi preospedaliera ovvero sulla necessità di ricorrere a un trattamento farmacologico domiciliare o in ambulanza per lo scioglimento del coagulo che ha portato all’infarto”.
“Il nostro reparto dall’apertura sulle 24 ore – afferma Enrico Magagnini, responsabile dell’Area Specialistica ad Alta Intensità – ha assistito a una crescita costante degli interventi. Si è passati, infatti, dalle 745 coronarografie e 351 angioplastiche coronariche del 2009, alle 1081 e 612 degli ultimi dodici mesi. La nostra Emodinamica ha come riferimento l’intera popolazione provinciale ovvero circa 350mila abitanti, un bacino di utenza ideale visto che le indicazioni di riferimento a livello europeo prevedono un centro che gestisca tra le 300mila e le 700 mila persone”.
La novità è stata salutata con favore anche da Roberto Testa, Responsabile della Cardiologia a Cecina per il quale l’obiettivo della nuova procedura è “eliminare il passaggio in Pronto Soccorso degli infartuati, permettendo una gestione migliore dei casi anche nelle sedi periferiche”.
“Il tassello aggiunto al mosaico – dice Paolo Roncucci, Direttore dipartimento Alta Intensità – va a completare una serie di offerte sanitarie dell’Area Critica che sono state aggiunte o implementate negli ultimi anni. Penso in particolare proprio all’apertura sulle 24 ore dell’Emodinamica, alla creazione di nuovi posti letto per la Sub Intensiva, alla costituzione dello Stroke Team, ma anche alla parto-analgesia che coinvolge direttamente i nostri rianimatori”.

 


Testamento biologico
I residenti nel comune di Campiglia Marittima possono consegnare la propria dichiarazione di testamento biologico al Comune cheè dotato dell'apposito registro.
La tematica del testamento biologico, come spiega la delibera istitutiva, ormai da anni si pone al centro di un articolato dibattito sia in ambito scientifico, sia in ambito giuridico, tenuto conto che essa investe trasversalmente questioni di ordine clinico-medico, etico-religioso e di inquadramento generale nell'ordinamento giuridico italiano. In assenza di una normativa in materia esistono, formulate in vari modi, le dichiarazioni anticipate di volontà dei trattamenti di natura medica, nelle quali ogni cittadino interessato può esprimere la propria volontà di essere o meno sottoposto, in caso di malattie o traumatismi cerebrali che determinino una perdita di coscienza definibile come permanente ed irreversibile, a trattamenti terapeutici comprese l'idratazione e l'alimentazione forzate ed artificiali in caso di impossibilità ad alimentarsi autonomamente; del resto tali dichiarazioni molte persone le hanno già sottoscritto e depositato presso notai di fiducia.
In questo scenario, al Comune e al Sindaco nella sua veste di massima autorità sanitaria possono far capo iniziative volte ad introdurre il riconoscimento formale del valore etico delle dichiarazioni anticipate di trattamento di carattere sanitario. Ed è proprio in questo contesto e nello spirito di offrire un servizio aggiuntivo ai propri cittadini che il comune di Campiglia ha istituito, con una deliberazione di giunta il registro del testamento biologico.
Gli interessati possono rivolgesti agli uffici demografici di Venturina, largo della Fiera 3. Tel 0565839307.

 


 


Risorse consigliate

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -
Comune di Campiglia Marittima
(Provincia di Livorno)
Via Roma, 5 - 57021 Campiglia Marittima (LI)
P. IVA 00345300495 - C.F. 81000450494
Il portale del Comune di Campiglia Marittima (LI) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con il CMS ISWEB ®
Il progetto Comune di Campiglia Marittima (LI) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it