Comune di Campiglia Marittima (LI)

Museo Guarnieri: taglio del nastro in un grande abbraccio di cittadini e artisti

guida alla ricerca
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Media bordo
Veduta di Campiglia
Logo Comune di Campiglia Marittima
Notizie - Notizie ed Eventi del 2013
Home » Documentazione » Notizie » Notizie ed Eventi del 2013
media_bianco 4x4
lun 28 ott, 2013

taglio nastro guarnieri
Museo Guarnieri: taglio del nastro in un grande abbraccio di cittadini e artisti

Tagliato il nastro della Mostra museo permanente Carlo Guarnieri al Palazzo Pretorio di Campiglia M.ma. Alla conclusione del lungo e complesso percorso che ha finalmente consentito di assegnare un’adeguata collocazione e allestimento all’importantissima donazione della Famiglia Guarnieri hanno assistito tanti cittadini, amici della famiglia Guarnieri, cultori e tanti tanti artisti alcuni dei quali hanno conosciuto il maestro e ne sono stati allievi. La conferenza inaugurale si è tenuta nella sala dei matrimoni dove sono collocate 6 grandi tele tra cui una veduta di “Poggio al Forno”, località campigliesi dove sorge l’edificio volgarmente noto come Tavolino Rovesciato. Il sindaco Rossana Soffritti, nel suo saluto ha sottolineato l’importanza di un percorso che ha visto continuità d’intenti di più legislature, dal sindaco Silvia Velo e l’assessore Angiolo Fedeli all’attuale giunta dove Jacopo Bertocchi e Gianfranco Benedettini sono stati i punti di riferimento del lavoro, anche pratico, ha quindi ringraziato la famiglia Guarnieri che con la sua generosità ha permesso la nascita del museo. “Entrare qui dentro e vedere tutto questo è una grande soddisfazione – ha detto Soffritti – questa è un’altra perla che si aggiunge alla collana importante del centro storico, un elemento in più di quella cultura e di quell’arte che fanno parte della storia del nostro Paese e che arricchiscono tutti noi”. Gianfranco Benedettini ha parlato di una scelta giusta e coraggiosa del sindaco che in questo periodo di ristrettezze economiche, ha creduto e investito, ha impegnato il bilancio compiendo una scelta politica e culturale di qualità. L’assessore alla cultura Jacopo Bertocchi ha detto che all’inizio della legislatura questo progetto sembrava una missione impossibile, che andando avanti è parsa quasi più impossibile, ma che alla fine è riuscita ed ha centrato uno degli obiettivi strategici dell’assessorato, concentrando a Palazzo Pretorio il centro culturale di Campiglia .”Questa mostra che racchiude un patrimonio inestimabile in termini artistici, economici ed affettivi è un manifesto contro l’egoismo, perché senza la volontà della famiglia Guarnieri il museo non sarebbe esistito”. Hanno seguito i saluti di Gianni Guarnieri figlio di Carlo e di Andrea Baldocchi, storico dell’arte. “Credo che mio padre sia contento perché lui desiderava che le sue opere rimanessero nel suo paese natale al quale era particolarmente attaccato – ha affermato il figlio, commosso - tutte le opere della donazione sono nate e riguardano Campiglia, quindi è giusto che siano conservate e possano essere ammirate in questo museo. Mio padre era una persona che amava la bellezza – ha proseguito Guarnieri - e a questa ha dedicato le sue opere così come la cura delle piccole cose, ha sempre creduto che la bellezza salverà il mondo, spero anch’io che sia così”. Baldocchi tracciando un percorso storico artistico in primis sul Guarnieri incisore lo ha ricordato come il più grande in Europa e tra i più apprezzati oltre oceano. Un maestro della xilografia che ha superato il suo maestro, De Carolis, e che ha avuto il plauso di Gabriele D’Annunzio e che oggi è studiato e apprezzato anche nelle università americane. La visita alle sale espositive che comprendono 61 opere tra disegni, xilografie e oli, oltre alle matrici xilografiche ha confermato le premesse. L’evento si è concluso con un aperitivo al centro civico Mannelli, occasione per la degustazione dei vini offerti dall’Azienda agricola Montesolaio, una delle aziende vitivinicole più giovani del territorio comunale i cui vigneti si stendono proprio sui dolci pendii del Poggio al Forno. La mostra sarà aperta il prossimo fine settimana e da lunedì 4 novembre partirà l’orario definitivo di apertura.

da sinistra: Baldocchi, Benedettini, Soffritti, Guarnieri, Bertocchi

Condividi questo contenuto

Notizie correlate

Copertina inventario preunitario
Pubblicata: gio 02 nov, 2017
Il Comune di Campiglia Marittima - in collaborazione con la cooperativa Diderot e S.E.Fi. srl (i due soggetti partner del Comune nella gestione scientifica e nella gestione del servizio al pubblico) aderisce ....
Palazzo Pretorio facciata stemmi
Pubblicata: sab 28 ott, 2017
Nel  mese di novembre i servizi del polo culturale e museale di Palazzo pretorio a Campiglia Marittima, Biblioteca dei Ragazzi, Mostra museo permanente “Carlo  Guarnieri” e Archivio ....
Logo_apritiborgo_2011
Pubblicata: mer 14 giu, 2017
Via del Gusto e Mercatino Artigianale: ecco i link alle graduatorie degli operatori che hanno presentato la domanda e i disciplinari, per promemoria, di riferimento. Il festival Apritiborgo 2017  ....

Eventi correlati

Copertina inventario preunitario
Palazzo Pretorio Campiglia Marittima -Archivio Storico -
sab 04 nov, 2017
- Leggi le informazioni
Old Jamaica
Centro Civico Mannelli -
sab 18 mar, 2017
- AL  "DEPOSITO MANNELLI" TERZO E ULTIMO APPUNTAMENTO DELLA STAGIONE Sabato 18 Marzo. dalle ore 19.00 All’interno ....
copertina natale 2016
Campiglia Marittima e Venturina Terme -
Dal 16-12-2016
al 15-01-2017
- Scarica il programma degli eventi aggiornato, in formato Pdf:  
- Inizio della pagina -
Comune di Campiglia Marittima
(Provincia di Livorno)
Via Roma, 5 - 57021 Campiglia Marittima (LI)
P. IVA 00345300495 - C.F. 81000450494
Il portale del Comune di Campiglia Marittima (LI) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con il CMS ISWEB ®
Il progetto Comune di Campiglia Marittima (LI) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it