Comune di Campiglia Marittima (LI)

I Concerti della Pieve

guida alla ricerca
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Media bordo
Veduta di Campiglia
Logo Comune di Campiglia Marittima
I Concerti della Pieve
Home » I Concerti della Pieve
media_bianco 4x4

Immagine dei concerti della pieve

 

Edizione 2017

24 giugno - 30 luglio

Pieve di San Giovanni - Teatro dei Concordi - Rocca San Silvestro

Campiglia Marittima

Guarda il video di presentazione

 

Programma dei concerti:

Sabato 24 giugno ore 19

Pieve di San Giovanni

Concerto per San Giovanni

Istituto Superiore di Studi Musicali Pietro Mascagni

Ensemble di strumenti a fiato

Direttore Lorenzo Sbaffi

Orchestra d'Archi “Estrorchestrajunior”

Direttore Chiara Morandi

Musiche di Gounod, Britten, Kreisler, De Falla, Saint-Seans

programma

Charles Gounod (1818-1893)
 Petite Symphonie  (1885)
Adagio et Allegretto, Andante cantabile, Scherzo Allegro moderato, Finale Allegretto

Martina Gremignai, flauto,Chiara Torbidoni, oboe, Jessica Spinelli, oboe,
Caterina Luti clarinetto, Alessandro Torrigiani, clarinetto, Francesco Pellegrini, fagotto,
Danilo Squillace, fagotto, Francesco Petrillo, corno, Simone Orsini, corno
Direttore, Lorenzo Sbaffi

Benjamin Britten (1913-1976)
Sentimental Sarabande dalla Simple Symphony op. 4 per archi

Fritz Kreisler (1875-1962)
Preludio e Allegro  nello stile di Gaetano Pugnani
Matteo Lo Bracco, violino solista

Camille Saint-Saëns (1835-1921)
Introduzione e rondò capriccioso op. 28
Elena Gori, violino solista

Manuel de Falla (1876-1946)
Danza spagnola da "La vida breve"
Arianna Argentieri, violino solista
Matteo Tripodi, viola solista

Pablo de Sarasate (1844-1908)
Zigeunerweisen op. 20

Eleonora Zamboni, violino solista
Béla Bartók (1881-1945)
Danze popolari rumene per archi

EstrOrchestra junior, gruppo d’archi

Direttrice, Chiara Morandi


Domenica 2 luglio ore 19

Pieve di San Giovanni

Quartetto Werther

Vincitori Concorso Riviera Etrusca 2017

Antonino Fiumara pianoforte

Misia Iannoni Sebastianini violino

Martina Santarone viola

Simone Chiominto violoncello

Musiche di Mozart, Brahms

Wolfgang Amadeus Mozart 1756 - 1791:

Quartetto in Sol min. KV 478 -  Allegro/ Andante/ Rondò, allegro

Johannes Brahms  1833 - 1897:

Quartetto per pianoforte e archi n. 3 in do minore op. 60 - Allegro non troppo/ Scherzo. Allegro/ Andante/
Finale. Allegro comodo

Il Quartetto Werther viene fondato a Roma nel 2016 da quattro giovani musicisti di età compresa tra i 19 e i 23 anni. Il nome scelto per il quartetto non è in alcun modo casuale ma vuole essere un omaggio a Johannes Brahms, uno dei più grandi compositori tedeschi di opere cameristiche, che velatamente in una lettera, con tale epiteto aveva apostrofato il suo ultimo quartetto con pianoforte. 

Ognuno con importanti e rilevanti esperienze cameristiche alle spalle, maturate con lo studio del repertorio sotto la guida di illustri musicisti quali Roberto Gonzales, Marco Fiorini, Alfonso Ghedin, Daniela de Santis, Mark Messenger, Orfeo Mandozzi, Gabriele Geminiani, Antonio Meneses, Bruno Giuranna, Maria Teresa Carunchio, Lilya Zilberstein, Luca Sanzò, Oleksandr Semchuk, alternano l’attività cameristica a quella solistica ottenendo premi e riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali ed esibendosi per alcuni dei più importanti enti musicali italiani, in prestigiosi teatri e sale da concerto. Come formazione risultano i vincitori del primo premio assoluto del Concorso Nazionale città di Magliano Sabina e del 18° concorso “Rivera Etrusca” di Piombino. Il loro concerto di debutto presso il Teatro Marrucino di Chieti, inserito nella stagione ufficiale della Fondazione, è stato accolto con grande entusiasmo ed unanimi consensi. La loro attività concertistica futura li vedrà impegnati in collaborazioni con l’Associazione Umbria Classica, I concerti del Tempietto, Musica da Casa Menotti di Spoleto e l’A.GI.MUS di Roma.

Dal 2016, il Quartetto Werther segue il Corso di Alto perfezionamento nel Dipartimento di Musica da Camera sotto la guida del prestigioso Trio di Parma presso la storica Scuola di Musica di Fiesole.

.


 

Domenica 9 luglio ore 19

Pieve di San Giovanni

Coro Rodolfo del Corona

RESONARE FIBRIS

con la partecipazione di Stefano Agostini, flauto

direttore Luca Stornello

Gregoriano Ut queant laxis/  Scuola di Notre Dame Dominator - Ecce – Domino/ Montpellier codex Alle Psallite/ G. P. da Palestrina Kyrie Missa Brevis/ Anonimo Tourdion/ J. J. Hotteterre Echos per flauto solo/ O. di Lasso Ola, o che bon echo/ M. Praetorius Es ist ein Ros entsprungen/ G. Ph. Telemann Fantasia n° 3 per flauto solo/ F. Liszt Ave Maria/ F. Mendelssohn Die Capelle/ F. Poulenc Ave verum corpus/ M. Duruflé Ubi caritas/ N. Lindberg Shall I compare/ J. Maantiyarviy Ave Maria/ U. Sisask Laudate Dominum. 

 SCARICA IL PDF STAMPABILE

Il coro “Rodolfo Del Corona” si forma a Livorno nel 1984 e prende il nome del compositore livornese (1900- 1978), allievo prediletto di Pizzetti e autore tra l’altro di pregevoli composizioni per coro. Da molti anni il direttore artistico è il M° Luca Stornello. Dall’ Associazione Cori della Toscana è stato più volte scelto come coro laboratorio per corsi di formazione e direzione corale. I brani spaziano dal sacro al profano, dal colto alla tradizione orale, in un ampio panorama storico che va dal Medioevo ai giorni nostri, senza trascurare l’apporto di tradizioni extraeuropee. Tale versatilità è resa possibile da un organico agile, in grado di esprimersi anche in diverse formazioni ridotte e capace di concentrarsi su di un singolo periodo o genere. E versatile è anche il direttore: i suoi brevi e vivaci interventi durante i concerti, guidano sovente l’ascoltatore verso la s coperta dei vari brani proposti, realizzando così un felice connubio tra la valenza musicale e quella spettacolare. Da 11 anni il coro organizza una rassegna polifonica di musica sacra, invitando a Livorno le formazioni più importanti della scena nazionale e non solo. Di rilievo inoltre i progetti a tema, mirati all’integrazione tra musica e testo letterario-teatrale, come “Una lingua un popolo” (2011), “Echi risvegliati” (2012) “Livorno porto franco” (2013), “Allegro, adagio, ruzza” (2014). Tra i riconoscimenti ottenuti merita sottolineare il primo premio al “Musical Nazionale Mariano” di Roma nel 1988, il secondo premio al “Concorso Internazionale di Cortemilia” nel 2001 e, nel 2002, il secondo premio al “Concorso Corale F. Gaffurio” di Quartiano (Lodi). Di rilievo la  artecipazione, in video e in voce, al film "La seconda moglie" di Ugo Chiti prodotto nel 1998 dalla Cecchi Gori Group ed il concerto nella Sala Nervi alla presenza del Sommo Pontefice, nel 1999. Nell'estate 2007 la sezione maschile del coro ha avuto l'onore di essere scelta tra oltre 100 formazioni per tenere il concerto di apertura del “X Festival Internazionale Alta Pusteria”, che ha avuto luogo nella prestigiosa Sala Mahler di Dobbiaco con grande successo di pubblico e di critica. Da segnalare tra le attività del 2013 la tournée in Francia con applauditi concerti ad Angers e Parigi, ed il concerto al “Guidoneum Festival”, preambolo del “61° Concorso Polifonico Internazionale Guido d’ Arezzo”. Nel 2015 il coro è stato ospite dell’ “Estate Fiesolana”.

Stefano Agostini. Flautista, perfezionatosi alla Scuola di Conrad Klemm, ha fatto dell'eclettismo la sua principale cifra stilistica. Dopo aver avuto per molti anni il ruolo di primo flauto in Orchestre Lirico- sinfoniche, svolge tuttora attività concertistica con vari ensemble cameristici in Italia e all’Estero. Interessato ai linguaggi contemporanei, all’improvvisazione e al rapporto della musica con gli altri linguaggi artistici, collabora con compagnie di danza e di teatro, con musicisti di area Jazz e con compositori sperimentando nuove modalità espressive. Per anni ha collaborato con l’attore Franco Di Francescantonio, curando l’arrangiamento e l’esecuzione musicale dei suoi spettacoli, con la Compagnia di danza L’Ensemble di Micha van Hoecke Attualmente collabora con Compagnia Virgilio Sieni. Con l'Associazione Autorivari ha realizzato diverse produzioni discografiche. Dal 1977 è docen te di flauto presso l’Istituto Musicale «P. Mascagni» di Livorno, dove tiene anche laboratori di musica da camera del ‘900 e contemporanea. Tiene corsi di specializzazione e masterclass presso varie istituzioni musicali. Dal 2005 al 2013 è stato Direttore dell’Istituto Superiore di Studi Musicali di Livorno.


 

Domenica 16 luglio  ore 21.30

Teatro dei Concordi

 

Istituto superiore di Studi Musicali P. Mascagni

Gaetano Donizetti (1797-1848)
Rita Opera comica in un atto
Libretto di Gustave Vaëz
Revisione a cura di U. Cattini -Editore Casa Ricordi, Milano

Ilaria Casai - Rita, soprano
Ashkan Shajarian - Gasparo, baritono
Alfio Vacanti - Beppe, tenore

Solisti della classe di canto dell’ISSM P. Mascagni del M° Graziano Polidori
Maestro collaboratore Stefano Galli
Orchestra dell’ISSM P. Mascagni di Livorno
Regia, Enrico De Feo
Direttore, Lorenzo Sbaffi

SCARICA IL PDF STAMPABILE

Composta nell’estate del 1841,Rita fu rappresentata per la prima volta solo dodici anni dopo la morte del suo autore. Il titoloDeux hommes et une femme, che evidenzia l’intero cast di questa brillante farsa, è quello che Donizetti stesso appose in testa al manoscritto autografo della partitura. L’opera ha goduto di una certa notorietà, con il libretto in traduzione italiana, soprattutto dopo l’allestimento alla Piccola Scala di Milano (1965).

La vicenda si svolge nella locanda di Rita, tirannica e manesca sposa del timido Peppe. La vita della coppia è sconvolta dall’inaspettato arrivo di Gaspar, il primo marito di Rita, che tutti credevano morto annegato e che era in realtà fuggito in Canada; Gaspar, che a sua volta crede Rita morta in un incendio, è ritornato per avere il certificato di morte della moglie e quindi potersi risposare. Quando i due si incontrano Gaspar tenta di fuggire, ma Peppe, che intravede l’occasione di liberarsi dagli schiaffoni di Rita, sostiene essere Gaspar il legittimo marito della sua attuale consorte. I due uomini decidono allora di affidare al gioco della morra la scelta su chi debba restare a fianco di Rita. Entrambi cercano di perdere, ma alla fine il vincitore risulta Gaspar. Rita, però, che non di rado subiva la mano pesante di Gaspar, non vuole saperne di tornare a essere sua moglie. Gaspar, fingendosi privo di una mano, provoca Beppe finché quest’ultimo dichiara il suo amore per Rita e la sua ferma intenzione di rimanere suo sposo; lo scaltro Gaspar, ottenuto così il suo scopo, prende congedo dalla coppia riconciliata.

Fonte: Dizionario dell'Opera Baldini&Castoldi


Domenica 23 luglio ore 19

Pieve di San Giovanni

 

Florence Cello Ensemble

Direttore Lucio Labella Danzi

Massimo Signorini fisarmonica

Musiche di Heitor Villa Lobos, Astor piazzolla, George Gershwin

 

Programma

Ivano Battiston (1959)   Movida

Heitor Villa Lobos (1887 - 1959)   Bachiana brasileira n°1

 Introdução (Embolada) Prelúdio (Modinha) Fuga (Conversa)

Astor Piazzolla (1921 – 1992)   Le Grand Tango
Adios nonino
Chiquilin de bachin

George Gershwin (1898 – 1937)  Un Americano a Parigi

 

l Cello Ensemble è una formazione che mi ha sempre affascinato perché grazie alla naturale tessitura dello strumento raggiunge l’estensione di un’orchestra d’archi completa con una densità sonora molto particolare. Ciò consente di affrontare un repertorio molto vasto che va dai brani originali per questa formazione a quelli solistici, per passare a trascrizioni che attingono dal repertorio lirico dove il violoncello è stato spesso utilizzato in celebri “a solo” per il calore del suo suono  (Lucio Labella Danzi)

                                                                                                                                                          

Lucio Labella Danzi

Nasce ad Altamura (BA) nel 1966, si diploma brillantemente in Violoncello e prosegue gli studi con G. Ravenna, A. Baldovino, M. Perenyi, D. Gahl, E. Klein, A. Bjlsma e F. Rossi. Consegue con votazione "Eccellente" il Diploma di Musica da Camera con Pianoforte presso l'Accademia Musicale di Firenze -  Vince diversi concorsi e audizioni: ha fatto parte dell'Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari e per due anni dell'Orchestra Giovanile Italiana; dal 1989 al 1996 è stato membro stabile dell'Orchestra Sinfonica dell'Emilia Romagna "A. Toscanini" di Parma ove ha collaborato in diverse produzioni come Primo Violoncello; dal 1997 al 2008, è stato componente stabile dell'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino con la quale ha svolto attività concertistica e tournee in tutto il mondo con i direttori più prestigiosi come Zubin Mehta, Riccardo Muti, Claudio Abbado, Lorin Maazel e Seiji Ozawa. Collabora con l’Orchestra Haydn di Bolzano. Si esibisce in qualità di solista in brani del repertorio Barocco, Classico e del Novecento con il Complesso d'Archi di Parma, l’Ensemble cameristico dell'Orchestra "A. Toscanini" di Parma, l’Orchestra del Forum Fiorentino, l’Orchestra Consonanza, l’Orchestra Guido D’Arezzo, il Demidoff Ensemble, il Genio fiorentino, il Gamo e come Primo Violoncello con l’Orchestra Sinfonica Veneta, l’Orchestra di“Opera Festival” a Firenze, l’Orchestra “De Bernart” di Livorno, I Solisti Fiorentini, il Conductus di Merano, i Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra da Camera Fiorentina e Narni Opera. Ha eseguito concerti solistici di Vivaldi, Boccherini, Donizetti, Haydn, il Triplo Concerto di Beethoven, Saint Saens, Bruch, Paganini, Tschaikowsky, Piazzolla e l’integrale delle Sei Suite di Bach per Violoncello solo. Nello stesso tempo la sua naturale inclinazione alla musica da camera lo porta a tenere numerosi concerti in Italia e all'estero, tra glia ltri con il "Quartetto Perseo” riscuotendo consensi ed elogi.Intensa la sua attività didattica: oltre a tenere corsi estivi di Violoncello e musica da camera ha insegnato nei Conservatori di Trento e Castelfranco Veneto, Bolzano ed è titolare della cattedra di Violoncello presso il Conservatorio “L. Boccherini9 di Firenze. Sempre a Bolzano ha fondato “FIVE LINES” quintetto con pianoforte, con il quale ha inciso i quintetti di Martucci e Respighi, pubblicati dalla rivista Amadeus a Gennaio 2011. Il Quintetto è ospite nelle stagioni concertistiche degli Amici della Musica di Verona, Accademia Filarmonica di Bologna, Tiroler Festspiele Erl, Amici della Musica di Novara, Amici della Musica Lago di Garda.   Tiene corsi di musica da camera e di Violoncello per la Mahler Chamber Orchestra a Bolzano. Ha inoltre inciso per la casa discografica Concerto, per la rivista Amadeus ed è stato ospite in diverse trasmissioni radiofoniche.

Massimo Signorini

Si forma come fisarmonicista al Conservatorio di Firenze con IvanoBattiston. Frequenta contemporaneamente i master di perfezionamento di musica contemporanea, antica e jazz con Salvatore Di Gesualdo, Stefan Hussong, Teodoro Anzellotti, Richard Galliano, Hugo Noth, Joseph Macerollo, Fernando Suarez Paz e Mauro Grossi, Maurizio Gianmarco, Gianluigi Trovesi e Stefano Zenni. Vince il primo premio al Concorso internazionale di Musica di Stresa (Vb), di Macerata Feltria (Mc) e di Castelfidardo (An) nella categoria dedicata alla musica da camera. Si esibisce nei più importanti teatri ed enti concertistici italiani ed internazionali  collaborando con le maggiori orchestre italiane (Orchestra Sinfonica della Rai, Orchestra Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra Regionale Toscana, Orchestra per la Lirica Toscana etc...) diretto da nomi di grande prestigio quali Beat Furrer, Marcello Panni, Howard Shore, Franco Piersanti, Jonathann Webb, Marco Tutino, Bruno De Franceschi etc.... È molto attivo in formazioni cameristiche ed ha collaborato con solisti come Richard Galliano, Andrea Tacchi, Manrico Signorini, Miguel Angel Barcos, Hugo Aisemberg etc...Ha partecipato al Festival di Avignone e al Festival di Siena con la compagnia di teatro di Sandro Lombardi e Federico Tiezzi (con i quali collabora tutt'ora); con gli autori Mario Luzi e Alessio Pizzech e gli attori David Riondino, Andrea Bruni e Francesco Paolantoni. È fondatore e direttore artistico dell' Associazione Accademia degli Avvalorati di Livorno e del Centro Sperimentale sulla Fisarmonica. Nel 2011 è stata dedicata a Massimo Signorini un'intera puntata a Qui Comincia su Radio 3 per la presentazione del suo libro Fisarmonica e Interpretazione - Un'introduzione e cinquanta interviste edito da Felici Editore. La passione per la fisarmonica lo porta ad affrontare gli studi universitari presso la Facoltà di Lettere dell'Università di Pisa, laureandosi con il massimo dei voti in Cinema Teatro e Produzioni Multimediali e a frequentare con il massimo dei voti il Master di II livello in Comunicazione Pubblica e Politica. Il suo repertorio è molto vasto, spazia dalla musica barocca alla musica contemporanea e ad incursioni nella musica improvvisata. E' docente di fisarmonica presso il Conservatorio Statale di Musica Domenico Cimarosa di Avellino e insegnante di fisarmonica per il solo corso pre-accademico presso l'Istituto Superiore di Studi Musicali Pietro Mascagni di Livorno e l'Istituto Superiore di Studi Musicali Luigi Boccherini di Lucca. Pubblica per Ut Orpheus, Sillabe, Il Campano  e Felici Editore.


Giovedì 27 luglio ore 19

Rocca di San Silvestro

 

Jubilum Jazz Chorus

Vincitore primo premio al Concorso Riviera Etrusca

Direttore pianista arrangiatore Piero Gaddi

Vincitore primo premio al Concorso Riviera Etrusca

Coristi e solisti

Ilaria Casanovi, Chiara Tortelli, Chiara Davini, Cristina Fiorelli

Sara Bergamini, Simona Magera, Marta Bonaldi, Stefania Pucci,

 Riccardo Grandini, Fabrizio Bacci, Gianni Nuzzi

Van Morrison                                Whenever God shines his light on me

Alicia Keis                                       No one

Trad, arr. Piero Gaddi              God is good

James Warren                              Everybody's got to learn sometimes

Tradizionale                                  Deep River

Isley Jasper Isley                         Caravan of love

Billy Steinberg - Tom Kelly  True Colors

U2                                                        I still haven’t found what I’m looking for

Bob Marley                                     Redemption song

Piero gaddi                                    Let it shine

Freddie Mercury                         Somebody to love

 

JUBILUM JAZZ CHORUS

E' un coro gospel fuori dal comune. Lo Jubilum Jazz Chorus presenta un repertorio prevalentemente “a cappella” nel quale confluiscono molti generi della musica nero-americana, dal gospel, al jazz, al soul.  Piero Gaddi ne scrive e ne arrangia completamente il repertorio.  Il coro, formatosi nel 2005, si è guadagnato il primo premio assoluto al Concorso Nazionale “Riviera Etrusca” di Piombino, ed il Primo Premio Assoluto al Concorso Internazionale di ASTI.

Ha cantato tra l'altro alla “Mozart Hall” della Scuola Comunale di Monaco di Baviera e al festival “Barga Jazz 2009”, al festival di “Ca' la Ghironda” a Bologna nel 2014 e ad “Anfiteatro Jazz 2015” a Lucca. Ha inciso due cd nel 2010 e nel 2014 per la “Vinile records”.


Domenica 30 luglio ore 19

Pieve di San Giovanni

 

“Per muovere i cuori”

Il Barocco” da Monteverdi a Vivaldi

Dolce Melos Ensemble

Donatella Salvestrini - Soprano, Christine Angele - Salterio, Marzio Matteoli - Liuto, Michele Ginanneschi - Organo

 

                                                                            

L'Ensemble Dolce Melos nasce nel 2000 dall'incontro dei musicisti Christine Angele, Michele Ginanneschi, Donatella Salvestrini e Marzio Matteoli. La comune passione per la Musica Antica Sacra e Profana ha dato vita a numerosi progetti tra cui 2 pubblicazioni legate agli omonimi Concerti :”IN CAMMINO” e “ARCIPELAGO” nel 2012 e 2013 per la Pieve di San Giovanni, finalizzati alla valorizzazione del patrimonio artistico del nostro territorio. Hanno partecipato a numerose Rassegne: nel 2009 “Soli Deo Gloria “ a Montepescali per la Fondazione Chelli di Grosseto, col Concerto “La Musica Sacra attraverso i secoli” e sempre nello stesso anno: “ Fucecchio Incantata” col Concerto di Musica Antica ...Caccini, Dowland e Frescobaldi ; nel 2013 a Suvereto per il Convegno “La Maremma al Tempo di Arrigo” presentano il concerto “Alle Corti del XIV secolo”; nel 2014 XXIII esima ed. “Suberetum Reditus in Medioevo” col Concerto “Laude Novella”(brani del XII e XIV sec. riferiti ai pellegrinaggi medievali); nel 2015 a Massa M.ma per la Rassegna “Notti nel Museo” curata dalla Regione Toscana “Musica Medievale”: Llibre Vermeill e Cantigas De Amigo.

Altri progetti di Musica Sacra e Profana sono stati presentati in varie occasioni : “Amor ch'attendi” Musiche Rinascimentali, è stato presentato nel 2010 a Montesiepi San Galgano, per il vernissage di pittura Contemporanea, a Venturina Terme presso il Calidario e a Suvereto presso il Centro Culturale “Piazza Akram”. Il progetto di Musica Sacra: “Dalle Laudi Francescane alla Musica nei Monasteri del '600” è stato presentato a Venturina Terme presso La Sacra Famiglia nel 2010. Tantissimi altri concerti sono stati eseguiti a : Campiglia M.ma nella Chiesa di San Lorenzo (nel 2002 e 2003 in collaborazione col “Gruppo Cameristico Muenchner” di Monaco di Baviera con musiche di Vivaldi, Corelli e Mozart) ; nel 2009 alla Torre di San Vincenzo: Concerto “Stella Splendens”; a Piombino Chiesa di Sant'Antimo e Chiostro di Sant'Antimo; nel 2011 sempre a Piombino presso la Chiesa Immacolata, Concerto per F. Ginanneschi con Musiche composte da F. Ginanneschi.

La Pieve di San Giovanni


 

La direzione artistica del progetto "I Concerti della Pieve" è affidata a Stefano Agostini

Diplomato in flauto con lode nel 1975 presso l’Istituto Musicale «L. Boccherini» di Lucca. Dal 1976 al 1978 si perfeziona con Severino Gazzelloni presso l’Accademia Musicale Chigiana di Siena. Dal 1988 al 1993 frequenta il corso superiore di flauto tenuto da Conrad Klemm presso il Conservatorio di Winterthur (CH), dove ottiene il Reifezeugnis (1991) ed il Solistendiplom (1993). È stato primo flauto dell’Orchestra Giovanile Italiana e per molti anni ha avuto il ruolo di primo flauto in Orchestre Lirico- sinfoniche. Ha svolto e svolge tuttora attività concertistica con vari ensemble cameristici in Italia e all’estero partecipando a Festival e Rassegne come Biennale di Venezia, Alternative Lirique di Parigi, Festival Grec di Barcellona, Temporada Alta di Girona, Bologna Festival, GOG di Genova, Promenade Lirique di Tourcoing, Festival Italia di Edimburgo, Festival ‘900 di Trento, GAMO di Firenze, Bruxelles, Atene, Madrid, Istambul, etc. Interessato ai linguaggi contemporanei, all’improvvisazione e al rapporto della musica con gli altri linguaggi artistici, ha collaborato con compagnie di danza e di teatro componendo e rielaborando musiche per spettacoli teatrali; per anni ha collaborato con l’attore Franco Di Francescantonio, curando l’arrangiamento e l’esecuzione musicale dei suoi spettacoli: in particolare Recitarcanzoni ha ottenuto il Premio speciale della giuria al IV Festival Internazionale di Teatro «Monoki» di San Pietroburgo. Ha collaborato con la Compagnia di danza L’Ensemble di Micha van Hoecke e con la Compagnia Virgilio Sieni. È stato docente di flauto preso la Scuola di Musica di Fiesole. Ha fatto parte della commissione artistica del Teatro delle Commedie di Livorno ed è stato assistente di Micha Van Hoecke per la realizzazione del festival  "Effetto Venezia" a Livorno nel 1994 e nel 1995. Dal 1977 è docente di flauto presso l’Istituto Musicale «P. Mascagni» di Livorno, dove tiene anche laboratori di musica da camera del ‘900 e contemporanea. Tiene corsi di specializzazione e masterclass presso varie istituzioni musicali. Dal 2005 al 2013 è stato Direttore dell’Istituto Superiore di Studi Musicali di Livorno e ha fatto parte del direttivo della Conferenza dei Direttori dei conservatori Italiani. Collabora con l'Associazione Autorivari con la quale ha realizzato diverse produzioni discografiche.

 

La gestione del progetto è a cura dell' Associazione Culturale Autorivari

 

L'Associazione riunisce un gruppo di artisti nato per realizzare progetti che hanno la musica come principale trait d’union.Il gruppo nasce nel 2002 e oltre a poter contare sull’apporto, per la maggior parte di musicisti, ma anche di autori, designers, video-makers, registi, architetti, scenografi, scrittori, scultori, danzatori, disegnatori, si è avvalso negli anni anche delle collaborazioni di preziosi Maestri e Artisti collaborando con istituzioni Teatri Fondazioni e altre associazioni culturali .

Con l’ensemble formatosi al proprio interno esegue concerti in Italia e all’estero. Tra le recenti collaborazioni più rilevanti quelle con gli Istituti di cultura Italiani di Stoccarda, Amburgo, Copenaghen e quelle con numerosi centri di cultura italiana tedeschi, nonché teatri e Istituzioni per l’organizzazione ed esecuzione di spettacoli e concerti.

Organizza ed esegue anche spettacoli in forma scenica per la realizzazione di letture-concerti con collaborazioni significative con teatri ed istituzioni in Italia e all’estero, su Firenze citiamo il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, l’Istituto SS. Annunziata nella Villa di Poggio Imperiale, la Fondazione Scuola di Musica di Fiesole e Fondazione Teatro della Pergola e il Teatro Puccini.

Tra i lavori realizzati ricordiamo in particolare ‘La fabbrica del nulla’ concerto per musica e immagini, edizioni RAI TRADE, ‘Il piccolo principe’, su testo tratto da A. de Saint-Exupéry e ‘Il gabbiano 1 & 0’, su testo tratto da ‘Il gabbiano Jonathan Livingston’ di R. Bach, tutti con musiche originali, create ed eseguite dai soci componenti dell’associazione.

Numerose le interazioni anche con altre discipline artistiche, letteratura d’autore e contemporanea, citiamo a tale proposito l’opera  ‘Hanno detto’ su testo dello scrittore fiorentino Marco Vichi e musica di Massimo Buffetti, in memoria dell’attore Franco Di Francescantonio, la danza, collaborazioni con Opus Ballet e Compagnia XE’, la pittura, con, tra gli altri, la pittrice Silvana Zambanini, e la scultura, Isanna Generali, ma anche con il mondo del lavoro legato principalmente al Design, ricordiamo le numerose collaborazioni con gli Arch. Designer Gilberto Corretti e Alessandra Rinaldi.

Tra le attività svolte anche quelle in appoggio alla produzione discografica in collaborazione con l’etichetta fiorentina Spring Art Development. Citiamo tra tutti il CD L’Arlèsienne, con Gabriella Bartolomei e l’Orchestra della Toscana diretta da Gianpiero Taverna, pubblicato nel 2007, oltre a numerosi altri titoli quali Vox aquae del flautista Stefano Agostini con la voce di Franco Di Francescantonio.


 

Presidente dell'Associazione


Massimo Buffetti, diplomato in composizione con C. Prosperi e R. Becheri, si è laureato studiando con A. Clementi e F. Donatoni e ha frequentato stages con G. Grisey, B. Cavanna ed  E. Morricone. Al Diplome d’Honneur rilasciato da ACIERS, Art et Culture dans l’Industrie Et la Recherche Scientifique, nel Luglio 1995 per le musiche del film ‘Idee in Forma’ fanno seguito, tra gli altri riconoscimenti, il Primo premio per la composizione del ‘Il piccolo principe’, su testo di A. de Saint-Exupéry, nel 12° Concorso Internazionale di Composizione Città di Barletta, 2002 ‘La Fiaba in Musica’, il 2° Premio all’8° Concorso di Esecuzione musicale ‘Città di Barletta’ Edizione Europea, per ‘Le scelte di re Lear’, il 2°premio all’8° International Music Competition Vittoria Caffa Righetti per ’Incanti’, Quartetto per Arpa, Sax sopr., Vl. e Vlc. ed il 3°Premio all’11° edizione della medesima rassegna, per il Quartetto d’archi ‘Il cerchio magico’. Ha realizzato musiche per numerose trasmissioni televisive e produzioni RAI – La storia siamo noi, Geo&Geo, Uno mattina,
La vita in diretta, Ballarò, ecc., film, trailer, documentari e composto per varie compagnie di danza.
Tra i CD pubblicati per Spring Art Development figurano ‘Leggiero’, 2006, Rai Trade, ‘Hanno detto’ 2010, 'La fabbrica del nulla', 2011, Rai Trade e ‘Ricercare’ 2016. Nel suo repertorio sono presenti oltre 100 brani strumentali e vocali in ambito cameristico e sinfonico nella quasi totalità eseguiti in Italia e all’estero e pubblicati, in parte, da Rai Edizioni Musicali – Rai Com. E’ docente della classe di Pianoforte moderno presso la Scuola di Musica di Sesto Fiorentino (Fi).



Collaborazioni
Teatro del Maggio Musicale Fiorentino Firenze, Italia - Istituto SS. Annunziata Villa del Poggio Imperiale Firenze Italia – Istituto Italiano di Cultura di Amburgo, Germania – Internationale Hamburger Komodien-Tage, Hamburg Germany – Rudolf Steiner Haus, Hamburg Germany - Marino Marini Museum Florence Italy - Centro per gli Studi e la Didattica del Teatro Shakespiriano, Ferrara, Italia – Teatro Comunale di Ferrara – Circolo ARCI Avane, Empoli, Italia – Teatro Puccini, Firenze, Italia – Istituto Musicale Mascagni, Livorno, Italia – Teatro Comunale Giotto, Vicchio, Firenze, Italia – Rocca di Asolo, Treviso, Italia – Chiostro degli Agostiniani, Empoli, Italia – Teatro Don Bosco, Trieste, Italia - Festival della Gioventù Musicale Europea, Linz, Austria - Colle S. Maria, S.Maria Assunta, Teramo, Italia – Palazzo Reale, ‘Festival Cinque Giornate’, Milano, Italia - Teatro Comunale Niccolini, San Casciano Val di Pesa, Firenze, Italia – Teatro Florida. Firenze, Italia – Teatro Goldoni, Firenze, Italia, Fondazione Teatro La Pergola, Firenze, Italia - Auditorium Mario Fiorentini, Conservatorio, La Spezia, Italia – Teatro C, Livorno, Italia – Fortezza del Girifalco, Cortona, Arezzo, Italia - Castello dei Conti Guidi, Poppi, Arezzo, Italy - Cascina Cuccagna, Milano, Italia – Accademia della chitarra, Pontedera, Pisa, Italia – Nuovo Teatro delle Commedie, Livorno - Monsun Theatre, Hamburg, Germany, Festival Costante Cambiamento, Firenze, Italia – Opus Ballet, Italia - Compagnia Xè, Italia - Domgymnasium, Magdeburg, Germany – Deutsch.Italienischen Gesellschaft Sachsen-Anhalt Magdeburg, Germany – Schloss Ebnet, Freiburg im Breisgau, Germany – Centro Culturale Italiano Freiburg, Germany – Istituto di Cultura Italiano di Copenaghen, Danimarca – Orangerie, Gut Zichtau, Germany – Istituto Italiano di Cultura di Stoccarda, Germania - Fondazione Onlus Scuola di Musica di Fiesole – Festival Estate Fiesolana, Fiesole, Firenze, Italia, Festival Caffeina, Viterbo, Italia – Chiesa San Michele, Canepina, Viterbo, Italia – Rassegna ‘L’Antidoto’, Villa Stonorov, Pistoia, Italia – Orchestra delle Toscana – Rai Trade/ RAI COM, Italia, Biennale di Venezia, Italia, Istituto di cultura Casa ‘G. Cini’, Ferrara, Italia - Biblioteca Ariostea, Ferrara, Italia – Auditorium Gabriel Fauré, Parigi, Francia – Biblioteca delle Oblate, Firenze, Italia – Comune di Firenze, Italia, Regione Toscana, Italia, Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Italia – Teatro Comunale di Antella, Firenze, Italia - Maison del la Musique de Nanterre, Paris, France - Accademia Filarmonica, Bologna, Italia – Fortezza da Basso, Firenze, Italia – Circolo Culturale Montepescali, Grosseto, Italia - Teatro Comunale “N. v. Westerhout”, Mola di Bari, Italia - N. Y University, New York, USA - Musical Sarah Lawrence, New York City, USA - University of Massachusetts, Amherst, USA - MIT Faculty, Boston, USA - Sala dei Giganti al Liviano, Padova, Italia – Teatro Maddalene, Padova, Italia – Sala dei Giganti, Bergamo, Italia - Tokyo designer’s week 2005, Tokyo, Japan - Collegio Ghislieri, Pavia, Italia - Melbookstore, Firenze, Roma, Italia - Presidenza della Repubblica Italiana, Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca, Italia – Istituto Italiano di Cultura di Helsinki - Temppeliaukion kirkko Helsinki – Festival Estate Regina, Montecatini Terme, Istituto Italiano di Cultura ‘C. M. Lerici’ di Stoccolma.

 

Segreteria - Comune di Campiglia Marittima

Info: tel. 0565 839203/334 - cell. 3338760991


 

 

 

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -
Comune di Campiglia Marittima
(Provincia di Livorno)
Via Roma, 5 - 57021 Campiglia Marittima (LI)
P. IVA 00345300495 - C.F. 81000450494
Il portale del Comune di Campiglia Marittima (LI) è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con il CMS ISWEB ®
Il progetto Comune di Campiglia Marittima (LI) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it