Guida al voto

REFERENDUM ABROGATIVI 2022

Guida per una corretta espressione del voto

Domenica 12 giugno 2022 i cittadini sono chiamati ad esprimere il loro voto per i 5  referendum abrogativi.

Per chi si vota:

Scheda di colore rosso per il Referendum n. 1: abrogazione del Testo unico delle disposizioni in materia di incandidabilità e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi;
scheda di colore arancione per il referendum n. 2: limitazione delle misure cautelari: abrogazione dell'ultimo inciso dell'art. 274, comma 1, lettera c), codice di procedura penale, in materia di misure cautelari e, segnatamente, di esigenze cautelari, nel processo penale;
scheda di colore giallo per il referendum n. 3: separazione delle funzioni dei magistrati. Abrogazione delle norme in materia di ordinamento giudiziario che consentono il passaggio dalle funzioni giudicanti a quelle requirenti e viceversa nella carriera dei magistrati;
scheda di colore grigio per il Referendum n. 4 : partecipazione dei membri laici a tutte le deliberazioni del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari. Abrogazione di norme in materia di composizione del Consiglio direttivo della Corte di cassazione e dei consigli giudiziari e delle competenze dei membri laici che ne fanno parte;
scheda di colore verde per il Referendum n. 5: abrogazione di norme in materia di elezioni dei componenti togati del Consiglio superiore della magistratura.

Chi può votare:

Per i  Referendum possono votare tutti gli iscritti nelle liste elettorali che siano nati a tutto il 12 giugno 2004 e quindi di età uguale o superiore a 18 anni.

Quando si vota:

I seggi apriranno Domenica 12 giugno 2002 dalle 7,00 alle 23,00; gli elettori che si troveranno nel seggio alla scadenza degli orari stabiliti saranno ammessi a votare nell’ordine in cui si sono presentati. Lo scrutinio dei voti inizierà subito dopo, iniziando dallo spoglio delle schede del referendum n.1 .

Come si vota:

L’elettore ha a disposizione cinque schede di diverso colore per ciascun  referendum.

Documenti indispensabili:

Gli elettori e le elettrici, anche in questa occasione, NON riceveranno il certificato elettorale, ma dovranno utilizzare la tessera elettorale, che è stata loro recapitata in precedenza e che sostituisce il vecchio certificato elettorale. Sulla tessera elettorale sono riportati il numero e l'indirizzo della sezione elettorale presso la quale si  può esprimere il proprio voto; essa dovrà essere consegnata al Presidente di seggio (che la restituirà vidimata) e andrà conservata con cura per le future elezioni o referendum.
Si precisa che la tessera Elettorale NON costituisce documento di riconoscimento e pertanto gli elettori dovranno recarsi al seggio muniti di un documento d'identità:
documenti di identità:  Carta d'identità o altro documento di identificazione (con fotografia) rilasciato da una Pubblica Amministrazione; ad esempio: Patente, Passaporto, Libretto di pensione, Porto d'armi, Patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici. Sono valide anche le Tessere di riconoscimento, purché munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da un'Amministrazione dello Stato o da un ordine professionale.
I suddetti documenti di identificazione sono considerati validi per accedere al voto anche se scaduti, purché risultino sotto ogni altro aspetto regolari e possano assicurare la precisa identificazione dell'elettore. In mancanza di documento, l'identificazione può avvenire anche attraverso:
  • uno dei membri del seggio che conosca personalmente l'elettore e ne attesti l'identità.
  • altro elettore del Comune, noto al seggio (con documento valido), che ne attesti l'identità.
Il divieto di introdurre telefoni cellulari nelle cabine elettorali
Si ricorda che per assicurare la segretezza dell’espressione del diritto di voto è vietato introdurre all’interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini.
Il presidente dell’ufficio elettorale di sezione, all’atto della presentazione del documento di identificazione e della tessera elettorale da parte dell’elettore, inviterà l’elettore stesso a depositare le apparecchiature indicate di cui è al momento in possesso.
Le apparecchiature depositate dall’elettore, prese in consegna dal presidente dell’ufficio elettorale di sezione unitamente al documento di identificazione e alla tessera elettorale, saranno restituite dopo l’espressione del voto.
Chiunque violi tale divieto è passibile di denuncia alla competente autorità giudiziaria con conseguenti sanzioni detentive e pecuniarie.